Ricerca e sviluppo

SEDIPLAN è un progetto focalizzato sull’interazione fra gli impianti di produzione idroelettrica, le opere di difesa e i corsi d’acqua della provincia di Bolzano, con particolare riferimento alla gestione dei sedimenti. Lungo il reticolo idrografico alpino sono presenti interazioni fortemente alteranti nella continuità longitudinale dei flussi di sedimenti presso le numerose opere trasversali presenti (dighe, traverse o briglie) che interrompono le dinamiche naturali di trasporto dei sedimenti. Si osservano crescenti problemi di interrimento e di gestione operativa delle traverse idroelettriche e si determinano negli alvei di valle deficit di materiale solido che deteriorano le componenti biotiche e abiotiche, con importanti e pericolose ripercussioni. Ulteriori informazioni riguardo il progetto SEDIPLAN sono disponibili sul sito internet al seguente link.  

Il progetto AQUASED è nato nel 2012 grazie all’iniziativa delle aziende tecnologiche CISMA srl e Mountain-eering srl del NOI techpark di Bolzano e coinvolge direttamente la Libera Università di Bolzano e l’Università degli studi di Trento. Gli obiettivi del progetto sono stati la realizzazione di una stazione idrometrica per il monitoraggio del trasporto solido in un torrente alpino e la creazione di una rete di esperti del settore che possano operare sul territorio. Il progetto ha ricevuto un contributo Ricerca e Sviluppo dalla Ripartizione 34-Innovazione della Provincia Autonoma di Bolzano, ha visto la partecipazione attiva della Ripartizione 30-Opere Idrauliche e dell’ Ufficio Idrografico della Provincia Autonoma di Bolzano.

Il progetto prevede la realizzazione di una stazione idrometrica innovativa che permette il monitoraggio dei flussi di trasporto di sedimenti, sia al fondo che in sospensione, e il monitoraggio idrometrico tradizionale (livello e portata).