Modifica del piano urbanistico relativa al percorso ciclabile Grazze - Graaboden. Verifica del pericolo idrogeologico e verifica di compatibilità idrogeologica - Dobbiaco (BZ) 2017

Area di studio

Su incarico del Comune di Dobbiaco, è stata condotta un’analisi del pericolo idrogeologico e la verifica di compatibilità per una modifica del Piano Urbanistico Comunale (di seguito PUC) riguardante lo spostamento della pista ciclabile esistente a monte della ferrovia  e la realizzazione di una nuova pista ciclabile che collega Gratsch a Graaboden, lungo un tracciato alternativo, collocato in sinistra orografica Rienza e a destra della ferrovia Val Pusteria. L’area oggetto di studio comprende un tratto del fondovalle della Rienza lungo circa 1.2 km, che si estende da 300 m a monte della confluenza con il Silvesterbach, in località Gratsch, fino al campeggio Olympia, al confine comunale con Villabassa.

 

1. Recepimento e valutazione del progetto del nuovo tratto della pista ciclabile.

Esempio di sezione. Stato di progetto: muro in massi ciclopici e restringimento dell’alveo

 

2. Valutazione del pericolo idraulico attraverso i seguenti punti:

  • rilievo topografico di dettaglio e analisi morfologica
  • analisi delle sistemazioni
  • analisi idrologica
  • analisi idraulica

Rappresentazione schematica del pericolo idraulico per l’area di studio, stato di progetto

3. Determinazione del livello del pericolo e del rischio specifico. Le analisi idrauliche condotte sulla Rienza mostrano che l’area di studio è interessata da pericolo idraulico molto elevato (H4- campitura rossa), elevato (H3-campitura blu) e medio (H2-campitura gialla), a seconda dei tratti.

 
 
 

In ottemperanza alla normativa vigente, in una zona di pericolo molto elevato, elevato e medio sono consentiti ampliamenti sulle infrastrutture di viabilità purché siano realizzate preventivamente o contestualmente idonee misure, anche temporanee, di riduzione dei danni potenziali.

A seguito dell’analisi ed elaborazione del pericolo idraulico, sono state predisposte misure per la riduzione dei danni potenziali, quali ad esempio:

a) I muri di sostegno e i muri in massi ciclopici previsti nel progetto tra le diverse sezioni, dovranno resistere all’azione tangenziale del flusso che si muove con velocità massima 3 m/s.

b) Prevedere un innalzamento del piano della ciclabile di un’altezza pari a 0.8 m tra alcune sezioni rispetto alla quota assoluta prevista nel ”Progetto di Variante – Einreichproject Variante”. 

c) Al fine di  mantenere invariato il volume idraulico disponibile per il contenimento della piena, è  stato previsto un allargamento della sezione di deflusso della Rienza in destra orografica (lato bosco, compreso tra la Rienza e la strada statale della Pusteria SS.49), come intervento di compensazione idraulica. 

La costruzione della nuova ciclabile, implementando le misure descritte, non preclude la possibilità di intervenire in destra orografica, al fine di mitigare ulteriormente il pericolo che interessa l’area del maso G. Sotto le condizioni descritte, la realizzazione della pista ciclabile non cagiona maggiori danni a terzi.

Carta del pericolo
Carta del pericolo con dettaglio alla pista ciclabile